Fotografia
Ovunque tu sia, prenditi il tempo per fotografare!

UN PUNTO INCREDIBILE DAL QUALE SCATTARE! – © THE NORTH FACE

04/02/2014
Gloria Soverini

Ovunque tu sia, prenditi il tempo per fotografare!

Per ora è brutto tempo, oggi nevica e in alto, sulla cresta dove passa a via Schell oltre i 6000 metri, tira vento e c’è un ghiaccio durissimo. Non si può salire adesso. Non c’è nient’altro da fare che aspettare, non si può sapere quanto.
Potrebbe essere una settimana, come dicono le previsioni, o forse un altro mese.
Ci sono dei momenti nella vita in cui bisogna imparare ad avare pazienza, in montagna è fondamentale,
altrimenti si rischia di farsi male o peggio di lasciarci le penne. Abbiamo tempo per salire fino al 21 marzo quando finirà l’inverno.
Cosa è un mese nel tempo totale della nostra vita? Niente. Noi qui non abbiamo fretta. 

 

Simone Moro – @ The North Face

Queste sono le parole che leggiamo il 2 febbraio sul diario di bordo on-line di Simone Moro, a quota 6000 metri sul Nanga Parbat, la nona montagna più alta del mondo.
Ci sono 3 alpinisti esperti, Simone Moro, David Göttler ed Emilio Previtali che scalano questo gigante da 8125 metri di altezza dal 31 dicembre e tentano un’impresa incredibile (nei 16 precedenti tentativi di scalata in inverno, la vetta non è mai stata raggiunta), 3 persone superequipaggiate per affrontare temperature incredibilmente basse, venti forti e nevicate improvvise.

LEGGI TUTTO >>

Tecnica Fotografica
Quando la luce è meravigliosa… con il flash è meglio!

QUANDO LA LUCE è MERAVIGLIOSA… CON IL FLASH è MEGLIO!

09/09/2013
Simone Conti

Quando la luce è meravigliosa… con il flash è meglio!

Lo so, il titolo dell’articolo è un po’ provocatorio. So già che magari tu o qualcun altro si solleverà in difesa della magnifica luce naturale. Cosa ci vuoi fare? Dovresti saperlo che sono un “talebano” del flash!

Sabato ero con due ragazzi che presto si sposeranno. Come spesso accade abbiamo approfittato di un incontro per fare due chiacchiere… e qualche fotografia. L’idea era fare alcune foto senza troppe pretese, giusto per farli abituare a stare davanti all’obiettivo. Gli sposi, quasi sempre, non sono modelli professionisti e spesso stare davanti all’obiettivo imbarazza. Lo scopo del gioco era quindi solo quello di creare un po’ di feeling con l’obiettivo.

LEGGI TUTTO >>

Recensioni
Per una volta niente flash a slitta… o quasi!

PROFOTO ACUTE2B 600 AIRS + CANON SPEEDLITE 430EX MKII (AIRSYNC + POCKETWIZARD)

23/08/2012
Simone Conti
3 commenti ]

Per una volta niente flash a slitta… o quasi!

Qualche tempo fa sono riuscito finalmente a mettere le mani su una cosa che da tanto tempo avevo intenzione di provare. Era da diverso tempo che avevo una voglia matta di provare, direttamente sul campo, a scattare con flash da studio a batteria per cercare di capire se possono essere utili nel mio lavoro. Volevo anche verificare se fosse facilmente possibile utilizzarli assieme ai miei fidi flash a slitta (lo sai che sono fissato! 😉 ) o addirittura sostituirli nel corso di un lavoro concitato e veloce come quello del fotografo matrimonialista. A volte fa comodo avere con se tanta luce… magari in certe situazioni può far comodo “spegnere il sole” e avere un bel generatore come in studio non sarebbe male… Ho avuto la fortuna di poter provare il Kit portatile AcuteB2 AirS di Profoto durante un evento alcune settimane fa e… vuoi sapere come è andata?

LEGGI TUTTO >>

Tecnica Fotografica
In caso di sole… porta un ombrello!

IN CASO DI SOLE… PORTA UN OMBRELLO!

28/02/2012
Simone Conti

In caso di sole… porta un ombrello!

Sembra impossibile da credere, ma le dame del ‘700 sarebbero state delle ottime fotografe. Monsieur Daguerre non aveva ancora fatto le sue scoperte e dato così inizio all’era della fotografia, ma le dame del ‘700 avevano sempre con loro un ombrello, soprattutto se la giornata era soleggiata!

Una delle domande più frequenti che mi vengono fatte suona circa così: «Ok, è fantastico! Ora ho capito l’importanza dell’uso del flash per il mio lavoro… Quale modificatore di luce mi consigli di utilizzare maggiormente? Quale deve essere assolutamente parte della mia attrezzatura?»

Per quanto riguarda quale modificatore di luce usare maggiormente credo non esista una risposta univoca. Credo fermamente che occorra scegliere sempre in modo accurato lo strumento giusto per creare la luce che si vuole ottenere in una determinata situazione. A seconda della situazione lo strumento deve cambiare. Questo discorso vale sia per i modificatori di luce che per la fonte di luce utilizzata… ma non voglio addentrarmi in questo argomento (è troppo lungo… e proprio per rispondere a queste domande c’è “Flash My Life”).

LEGGI TUTTO >>

News ed Eventi
Cronaca di un week-end “illuminato” : Flash My Life

THE WHITE LADY

23/11/2011
Ingrid Iotova
2 commenti ]

Cronaca di un week-end “illuminato” : Flash My Life

Flash My Life: Set "The white Lady" - © Luigi Bartolini

Sono passati quattro giorni dalla chiusura del workshop dedicato all’uso del flash a slitta e l’entusiasmo è ancora tanto.

Il 19 e 20 novembre, l’intero staff di FotografiaProfessionale.it è stato impegnato a Reggio Emilia per Flash My Life, workshop che si focalizza sull’uso del “piccolo” flash a slitta per ottenere luci professionali.

Assoluti protagonisti, i partecipanti!!!

Chi ha guidato per 700 km da Bari, chi da Potenza e chi dalla Svizzera… e non dimentichiamoci di chi ha attraversato la Manica (non a nuoto 😉 )… Un gruppo ben nutrito di fotografi che non si sono fatti scoraggiare dalla distanza e sabato 19 Novembre alle 8:30 si ritrovati tutti insieme sui “banchi di scuola” di FotografiaProfessionale per scoprire tutti i segreti del piccolo, ma “pluripotenziale”, flash a slitta.

Il format del workshop nasce dalla voglia di far scoprire, o riscoprire, un accessorio spesso dimenticato e bistrattato come il flash a slitta. Tra gli accorsi al workshop, fotografi provetti, già utilizzatori del flash a slitta e alla ricerca di ulteriori spunti d’uso di questo piccolo amico della luce, e fotografi che non amano (o meglio, non amavano fino al 19 novembre) il flash a slitta, ma hanno deciso di approfondire l’argomento.

Tecnica Fotografica

FLASH MY LIFE

06/10/2011
Simone Conti

Flash My Life

Flash My Life - Grandi luci con il tuo flash a slitta!
Flash My Life – Grandi Luci con il tuo Flash a Slitta!

Non so se te ne sei accorto, magari ti è arrivata la mia email dove proclamavo che “l’abbiamo fatta veramente grossa!!!”. Probabilmente hai visto la testata del sito cambiare e il nuovo banner apparire qui alla destra di questo articolo. Credo quindi che ti sia accorto che ieri ho presentato il mio nuovo workshop “Flash My Life”, che si rivolge a tutti coloro che vogliono imparare a utilizzare i flash a slitta (quelli che gli anglosassoni chiamano hot shoe flash) per ottenere grandi luci anche da questi “piccoli accessori” che spesso rimangono relegati inutilizzati sul fondo delle borse di tanti. Se non sai di cosa stia parlando prova a dare un’occhiata alla pagina dedicata a “Flash My Life”.

 

Quando ho scritto l’email di presentazione sapevo che probabilmente avrei scatenato risposte tra le più variegate… e così è stato!

L’email ha portato a iscrizioni al workshop, critiche, suggerimenti e complimenti. Con questo articolo vorrei prendermi lo spazio per rispondere brevemente più o meno tutti e ringraziare tutti.

LEGGI TUTTO >>

Tecnica Fotografica

LA LUCE DEL MATTINO

19/04/2011
Simone Conti

La luce del mattino

Domenica mattina mi sono svegliato e, arrivato in soggiorno per la colazione… sono rimasto folgorato! La luce era meravigliosa, morbida, sobria e innegabilmente mattutina avvolgeva gli oggetti sul tavolo. Aveva un non so che di esilarante… da sola era in grado di “rendere felici”.

Ok, ubriaco non potevo essere, oltre ad essere mattina… sono astemio! Probabilmente domenica mattina ero particolarmente rilassato, ma nemmeno poi tanto visto che sapevo che mi aspettava la postproduzione di circa 200 scatti in consegna a breve… eppure quella luce ha lasciato il segno!

 

The Morning Light

 

Il segno lasciato è così profondo che ieri sera di ritorno a casa, colto da “raptus fotografico” acuto ho deciso di mettere mano agli speedlites, alla reflex digitale e ricrearla.

 

Probabilmente una delle sfide più grandi che ciascun fotografo spesso si trova a fronteggiare è riuscire a tradurre in un’immagine le parole e i desideri del cliente. Potrebbe capitare che un cliente chieda una luce più consistente, oppure un mood più solare. Queste sono richieste alle quali è normale assistere e alle quali si deve sapere come rispondere. Anche io iniziando a scrivere questo articolo ho descritto la luce utilizzando termini più legati al tatto rispetto che alla vista. Spesso, proprio perché impalpabile (rieccoci! :-)), ci riferiamo alla luce con delle sinestesie. Spesso riuscire a tradurre i desideri del cliente è tutto meno che facile. Spesso tradurre le aspettative in realtà può diventare una vera sfida.

 

A volte però è bello anche porsi davanti alle stesse sfide… giusto per il gusto di provare! Se, ad esempio, ti chiedessero di riprodurre il “sapore” di una scena alle 8.00 del mattino di una domenica di Aprile?

 

LEGGI TUTTO >>