Recensioni
Da fotografo a fotografo: cosa ne penso della Fuji XT-3

FOTO DI NICOLA MONTANARI

12/12/2018
Nicola Montanari

Da fotografo a fotografo: cosa ne penso della Fuji XT-3

Se da questa recensione ti aspetti la solita valanga di dati tecnici, comparative coi precedenti modelli, dibattiti sulla tenuta agli alti ISO o quant’altro… Non è questo che stai per leggere 🙂

Questa mia personalissima recensione si basa puramente sull’esperienza sul campo fatta con la nuova Fuji XT-3.

 Sono un fotografo professionista specializzato in Ritratto e Fashion, poco avvezzo ai fronzoli delle macchine fotografiche, ma molto attento ad alcune caratteristiche per me essenziali.

 

Premetto di essere un fan Fuji e di essere stato un fruitore delle loro macchine per circa 4/5 anni, ma di essere passato ad altro sistema ad inizio primavera di quest’anno. La mia scelta non è stata motivata dalla mancanza di qualità del sistema Fuji, bensì da quello che è stato da sempre il tallone d’Achille del brand: il tethering con Capture One, unico software veramente professionale per l’acquisizione diretta dell’immagine, di cui nel mio lavoro in studio abuso quotidianamente.

Come probabilmente avrai già letto da altre parti, finalmente Capture One supporta Fujifilm, cosa che mi ha stimolato ad affrontare questa recensione con grande curiosità 🙂

In sei punti ti racconterò la mia esperienza con la new entry di casa Fujifilm 😉

 

1. IL CORPO MACCHINA

Chi già possiede o ha posseduto la XT-2, troverà subito feeling con questa nuova versione, a cui sono state apportate poche ma apprezzabili modifiche: un grip leggermente più profondo e deal modificati e più “precisi”, sono sostanzialmente le differenze che ho riscontrato rispetto alla XT-2.

LEGGI TUTTO >>

Recensioni
Fujifilm XT-3: colpo di fulmine per una videomaker

FUJIFILM XT-3

30/11/2018
Roberta Bedocchi

Fujifilm XT-3: colpo di fulmine per una videomaker

Come avrai visto dai nostri canali social, ho avuto il piacere e la possibilità di provare la nuova nata in casa Fujifilm: la tanto attesa XT-3 😀

Subito poco dopo aver saputo che Fujifilm avrebbe inviato la nuova XT-3 in agenzia per permetterci di testarla, ha avuto ufficialmente inizio la mia intrepida attesa: ogni campanello che suonava, ogni fattorino che arrivava era motivo di batticuore. Era il pomeriggio di Halloween quando il fattorino ha suonato alla porta della nostra agenzia dicendo “Ho una spedizione per voi da parte di Fujifilm!”.

Sono scattata dalla sedia: l’attesa era terminata e finalmente potevo spacchettarla e stringerla fra le mie mani!

 

Ho potuto testarla giusto per qualche giorno, ma è stato il tempo necessario per innamorarmi a pieno di una fotocamera “senza specchio” come questa.

Ne ho approfittato, allora, per vivermi Reggio Emilia dietro l’obiettivo e provare questo gioiellino che tanto desideravo 😀

 

Il mio set-up video era il seguente :FUJINON XF35mmF2 R WR (equivalente a un 53mm nel

formato 35 mm) e XF50-140mmF2.8 R LM OIS WR (equivalente a un 76- 214 mm nel formato

35 mm), monopiede e stabilizzatore elettronico Zhiyun Crane.

 

Devo essere sincera: lavoro con attrezzatura Fujifilm da quando faccio parte del team di FotografiaProfessionale ed il mio non è stato amore a prima vista con la sorella minore Fuji TX-2.

Da anni utilizzo con grande soddisfazione Panasonic, precedentemente Gh4 e ora Gh5, quindi il mio non è stato un approccio immediato al sistema Fuji. Dopo aver utilizzato la XT-2 in svariati video realizzati, ho iniziato decisamente a familiarizzare con il suo sistema 🙂

Il menù non è sempre molto intuitivo e la grande mancanza di un display completamente ruotabile la rendevano non molto simpatica ai miei occhi. Così, ho deciso di testare la nuova XT-3 per due giorni utilizzandola come se non avessi mai preso in mano una macchina Fuji prima d’ora e senza preconcetti.

 

La XT-3 si presenta come una macchina dalla risoluzione di 26.1 MP (contro i 24 MP della sorella minore) e il processore è il più avanzato X-Processor 4.

Si è posta sul mercato strizzando fortemente l’occhio ai videomaker pro e, rispetto alla sorella minore, ha subìto forti upgrade in campo video, ma non solo: anche rispetto alla cugina XH-1 sono state introdotte decisive migliorie che la rendono, a mio parere, fortemente competitiva e performante.

Ora basta chiacchiere: vediamo nel dettaglio qualche specifica interessante 🙂

LEGGI TUTTO >>

Interviste
Giorgio Cravero, fotografo di Still Life, ci racconta un mestiere “artigianale” come la fotografia

NELLO STUDIO DI GIORGIO CRAVERO

24/09/2018
Francesca Pone

Giorgio Cravero, fotografo di Still Life, ci racconta un mestiere “artigianale” come la fotografia

Giorgio Cravero, fotografo di Still Life, è uno dei tanti esperti del settore che gli studenti di Accademia di Postproduzione hanno avuto l’onore di conoscere 🤩

Durante un nostro Workshop organizzato presso il suo studio fotografico a Torino, le nostre Balene hanno potuto scoprire come lavora Cravero sulla fotografia e la postproduzione pubblicitaria e, durante quel weekend, hanno lavorato al suo fianco dalla fase di scatto fino alla postproduzione delle immagini.

Il settore su cui il fotografo torinese lavora di più è il Food & Beverage, ma Cravero vanta anche esperienza in fotografia per gioielli, cosmetica e Fine Art.

Scopriamo insieme a Giorgio Cravero come l’attrezzatura può rendere le tue foto decisamente migliori (e il perché dell’artigianalità della fotografia) 😉

In occasione del Workshop a Torino, FotografiaProfessionale l’ha intervistato per scoprire qualcosa di più su di lui e gli strumenti del mestiere. La particolarità che ho molto apprezzato dell’intervista è il suo definire la fotografia un mestiere estremamente artigianale. 🔨

“Bisogna sempre pensare alla fotografia come un mestiere estremamente artigianale, il che vuol dire che più uno lo esercita e più viene naturale, facile. Vengono fuori soluzioni che non avevamo pensato prima e si ottengono risultati diversi da quelli che ci aspettavamo”.

A mio parere una definizione che sa un po’ di antico, come piace a me.

La nostra partnership con Fujifilm Italia, inoltre, ci ha permesso di testare assieme a Cravero la Fujifilm GFX 50S 📷

Quali sono i punti di forza della Fujifilm GFX 50S? Ce lo dice Cravero 😉

Buona visione! 🎬

 

 

Francesca

 

News ed Eventi
Il team di Fotografia Professionale: Emanuela Gandolfi

EMANUELA GANDOLFI – FOTOGRAFIAPROFESSIONALE.IT

23/08/2018
Francesca Pone

Il team di Fotografia Professionale: Emanuela Gandolfi

 

Emanuela Gandolfi, di età q.b., a noi ignota e sconosciuta, è Project Manager di FotografiaProfessionale: laureata in Comunicazione e Marketing, lavora per l’agenzia di comunicazione integrata e, come sostiene lei, “sono stata coinvolta contro la mia volontà” anche nel progetto di FotografiaProfessionale 😉

Emanuela è l’interfaccia tra FP e i nostri Partner: identifica le nuove opportunità di collaborazione e, assieme all’azienda, progetta le varie attività che possano offrire un valore aggiunto alla nostra realtà.

Se non ci fosse lei!

Appassionarsi alla Fotografia era, per Emanuela, inevitabile! Non vi racconterò qualche aneddoto della sua esperienza come fotografa perché le voglio bene ed è la mia “compagna di scrivania”. Magari in un’altra occasione, quando non leggerà 😉

Tra i suoi “Hobbit”, viaggiare ovunque e comunque. Ama i gatti ma adora la sua “cagnolina” Minnie, le piace nuotare e fare luuuunghi aperitivi con gli amici.

Il suo regista preferito è Tim Burton, ma riguarderebbe volentieri “I guerrieri della notte” e “The Others”. Il suo film preferito, però, a quanto pare non l’hanno ancora realizzato. Un film che non ha mai capito? “Mulholland Drive”. A.A.A. Cercasi appassionati che possano spiegarglielo 😉

È amante del Rock anni ’90, ma tra i più attuali apprezza i Muse.

Di autori, beh… Diciamo che Emanuela non ne ricorda molti! Ma rileggerebbe “Dio di illusioni” di Donna Tartt e “I pilastri della terra” di Ken Follet.

Il suo sogno nel cassetto: vivere al mare, felice e spensierata, facendo tutto ciò che ama. Rigorosamente senza smartphone, per stare lontana da email e telefonate 🙂

 

Francesca

Fotografia
Da reflex a mirrorless: sì o no?

DA REFLEX A MIRRORLESS: Sì O NO?

13/03/2017
Simone Conti

Da reflex a mirrorless: sì o no?

«Vale la pena che venda tutto il mio corredo reflex e passi completamente a mirrorless? Le mirrorless sono allo stesso livello di prestazioni e qualità delle reflex?».

 

Questo è stato decisamente l’interrogativo che mi sono sentito rivolgere più spesso l’anno scorso: il 2016 ha portato di nuovo molti cambiamenti nel mercato fotografico e i numeri relativi agli acquisti delle macchine senza specchio hanno fatto sì che diverse persone si interessassero al mondo delle mirrorless.

Nell’articolo in cui ti ho parlato della Fuji X-Pro2, ho introdotto la questione,

Adesso è venuto il momento di dirti come la penso!

LEGGI TUTTO >>

Recensioni
10 giorni con la Fuji X-Pro2

FUJI FUJI GENERALE VERSO LE MIRROLESS… IL 5% E LA X-PRO2

09/02/2017
Simone Conti
7 commenti ]

10 giorni con la Fuji X-Pro2

Ho testato la Fuji X-Pro2 per una decina di giorni: ecco la mia recensione!

 

Sono fortunato! Faccio il lavoro che mi piace, nel modo in cui mi piace farlo e posso farlo in vari posti sparsi sul globo terracqueo.

Ho anche la fortuna di avere una visione piuttosto ampia sul mondo della fotografia grazie alla moltitudine di input dati dagli utenti e fan che FotografiaProfessionale ha accumulato negli ultimi 8 anni di attività e alla possibilità di parlare e interfacciarmi dal vivo con altri professionisti in varie parti del mondo.

Prima del Natale appena trascorso la mia fortuna è ulteriormente aumentata perché FujiFilm Italia mi ha regalato l’opportunità di provare due delle macchine fotografiche più chiacchierate dell’ultimo anno: la Fuji X-Pro2 e la Fuji X-T2.

Dieci giorni interi dedicati a toccare con mano le due macchine fotografiche che maggiormente sono state al centro della domanda più ricorrente che ho ricevuto nel 2016, alla quale risponderò in un prossimo articolo:

«Vale la pena che venda tutto il mio corredo reflex e passi completamente a mirrorless? Le mirrorless sono allo stesso livello di prestazioni e qualità delle reflex?»

Intanto, se vuoi immediatamente arrivare alla prova della Fuji X-Pro2 fa click qui!

LEGGI TUTTO >>

Fotografia
Che macchina compro?

VYGOR OPERA RUV – PROTOTIPO PRESENTATO IN ANTEPRIMA AL MOTORSHOW 2014

13/12/2014
Simone Conti
4 commenti ]

Che macchina compro?

Ci sono decine, centinaia di macchine fotografiche in commercio: come fai ad orientare i tuoi acquisti?
Ecco un metodo per orientarsi in 3 facili step!

 

Il Natale si avvicina a grandi passi, anzi ormai è praticamente “domani” e le domande frequenti che ricevo nella mia casella email si rivelano, in modo inquietante, quasi sempre le stesse. È sempre più difficile riuscire a rispondere a tutti: sono veramente tantissimi i fotografi che seguono FotografiaProfessionale come, del resto, fai anche tu!

In particolare le domande più frequenti che ricevo riguardano due argomenti specifici: quale sia la miglior macchina per un determinato budget o, più in generale, quale sia la migliore macchina che si possa acquistare e, naturalmente, richieste di consigli e suggerimenti riguardo a quali siano gli accessori migliori, quelli indispensabili e le varie accortezze per realizzare un primo piccolo spazio adibito a sala posa.

Il tuo Studio in 16mq
Alla seconda domanda ho risposto in modo piuttosto dettagliato in un recente videocorso gratuito e facilmente scaricabile nel quale parlo proprio dell’argomento mostrando anche alcune soluzioni pratiche per realizzare uno studio in soli 16 metri quadrati.

Alla prima domanda, invece, mi trovo ancora a rispondere, in modo preciso, singolarmente, molto spesso. Ho così deciso di provare a dare una risposta generica che non parta da un caso singolo ma si possa adattare alle esigenze di ognuno.

Come può essere? Sono sicuro che te lo stai chiedendo! Beh, molto semplice… Una “guida” di questo tipo non può essere un semplice consiglio pratico tra il modello A e il modello B, tra la marca C e la marca N… uno strumento efficace per consentire di effettuare una buona scelta deve andare a costituire un metodo: un sistema che ti consenta di decidere attraverso un processo che identifichi quali sono marca e modello che fanno realmente per te!

LEGGI TUTTO >>

Recensioni
“S” come… Evolusione!

“S” COME… EVOLUSIONE!

28/03/2013
Simone Conti
3 commenti ]

“S” come… Evolusione!

Sono nuovamente ammalato. Purtroppo non esiste vaccino. La cura è costosa, ma poi nemmeno così tanto… in realtà sto già tentando di fare “autoconvincimento inconscio”. In questo caso il tempo fatica a lenire le sofferenze. La mia è una malattia grave, soprattutto presta attenzione, perché è contagiosa. La malattia è così virulenta che solo la lettura di quanto segue potrebbe trasmetterti l’infezione.

Se vuoi restare sano e vuoi evitare di contrarre il virus anche tu, ti invito a NON LEGGERE oltre. La situazione è seria, il pericolo di contagio reale. Lo dico per la tua salute… NON PROSEGUIRE nella lettura!

LEGGI TUTTO >>

News ed Eventi
Photokina 2012: trionfo delle Full Frame e la rivoluzione “diabolica”

PHOTOKINA 2012 – TRIONFO DELLE FULL FRAME E DELLE EVIL

20/09/2012
Simone Conti

Photokina 2012: trionfo delle Full Frame e la rivoluzione “diabolica”

Il Photokina di Colonia è arrivato e quest’anno si presenta veramente interessante! Sono state presentate veramente tante novità, impossibile elencarle tutte qui, ma credo che ciò che risulta essere più interessante sia sottolineare i trend che si riconoscono alla base della presentazione dei nuovi prodotti.

Mi riferisco in particolare al “dilagare” del Full-Frame anche in macchine non top di gamma oltre all’introduzione da parte di tantissime case, anche blasonatissime come Hasselblad, di macchine appartenenti alla classe delle “diaboliche”… le EVIL… le macchine senza specchio!

In generale stiamo assistendo a una generale corsa all’aumento delle dimensioni del sensore (FINALMENTE!!!) un po’ ovunque. La prima vera spinta forse è stata data da Fuji con la presentazione tempo addietro della X100, che ha riscosso un così inaspettato (quanto meritato) successo differenziandosi da ciò che era standard.

C’è veramente fermento e tanto interesse per il mondo della fotografia. Le “diaboliche compatte  con obiettivi intercambiabili” stanno riscuotendo un successo incredibile tanto che tutte le case (alcune restie come dimostrato da Canon con la terdiva introduzione della EOS M) si sono gettate nella mischia e hanno messo in tavola le proprie carte.

Prima di dare uno sguardo rapido ad alcuni prodotti che credo sia impossibile ignorare, vorrei però farti una domanda. Secondo te c’è realmente tutto questo interesse per la fotografia? Il mercato sta crescendo oppure si sta comprimendo? C’è qualcuno che le acquista tutte queste nuove macchine fotografiche?

LEGGI TUTTO >>