Fotografia
Eclissi lunare: quando e come fotografare la Luna di sangue

UNA TIPICA ECLISSI CON “LUNA DI SANGUE”

06/07/2018
Lorenzo Montanari

Eclissi lunare: quando e come fotografare la Luna di sangue

Con una durata di un’ora e 43 minuti, nella notte tra il 16 e 17 luglio avremo l’eclissi di Luna più lunga di tutto il secolo.

Soggetto amato da molti fotografi, la Luna risulta tutto sommato semplice da fotografare: ecco alcuni consigli per realizzare uno scatto tecnico e creativo.

 

…ma prima, un po’ di scienza!

 

L’intero fenomeno avrà una durata di circa 4 ore: un’ora e 43 minuti è infatti il periodo di eclissi totale di Luna, cioè la fase in cui il nostro satellite si trova completamente oscurato dall’ombra della Terra; allo stesso tempo, Sole, Terra e Luna saranno esattamente allineati, in questo ordine.

Le fasi di eclissi di luna con un teleobiettivo (Copyright Jez Hughes Photography)
Le fasi di eclissi di luna con un teleobiettivo (Copyright Jez Hughes Photography)

Nella fase di eclissi totale, la luna assumerà un colore rosso, dovuto alla posizione dei corpi celesti e dai raggi solari rifratti dalla Terra. È importante precisare che si avrà prima una zona di penombra, e poi la tinta rossa.

La Luna si troverà anche nella posizione di apogeo, quindi il punto dell’orbita più distante dalla Terra: apparirà quindi più piccola e più lenta.

Se (come me) avevi piani per la serata, cancellali: il fenomeno inizierà alle ore 20:44 (ora italiana) e si concluderà alle ore 00:59.

La Luna sarà a noi visibile dall’inizio alla fine, quindi potremo goderci tutte le fasi di eclissi 🌓

 

 

 

 

Ma veniamo a noi: come la fotografo ‘sta Luna?

 

LEGGI TUTTO >>