Fotografia
Basta clessidre, cerchietti e palle colorate rotanti sullo schermo!

BASTA POLTRIRE! SERVE UN COMPUTER CHE “VIAGGIA”!

27/08/2013
Simone Conti

Basta clessidre, cerchietti e palle colorate rotanti sullo schermo!

Il mio compleanno si avvicina e non ho tanta voglia di festeggiare. A un certo punto i compleanni iniziano a perdere quel sapore di “traguardo” (ancora due e smetto di festeggiare! 🙂 ), ma almeno per me continuano ad avere senso per il magico momento del dono. Questa però è un’altra storia… questo articolo riguarda, sì un dono che vorrei tanto ricevere, ma soprattutto è un suggerimento per tutti i fotografi.

Ti interessa avere un computer 10 volte più veloce?

Ti interessa averlo senza cambiare quello che già hai?

Se sei impaziente salta alle conclusioni, mentre se sei curioso e hai voglia di leggere, seguimi in questo articolo.

Chi fotografa per professione sa bene che il tempo che si passa a scattare e produrre immagini è decisamente inferiore a quello dedicato ad altre attività “collaterali”, prima fra tutte la fase di editing e postproduzione. Per quanto mi riguarda ho stimato che il rapporto tra tempo di scatto e successiva postproduzione è circa 1:5. Esatto! Se impegno una giornata di shooting so già in anticipo che ne dovrò trascorrerne altre 5 a selezionare, sviluppare e postprodurre.

Avere un computer affidabile e veloce diventa pertanto una priorità tanto quanto avere un monitor di buona qualità adeguatamente profilato cromaticamente.

Avere un computer performante significa avere una macchina in grado di caricare ed elaborare le immagini nel modo più veloce immaginabile per occupare meno tempo possibile.

Generalmente si pensa che per avere un computer performante si debba acquistare spesso una macchina nuova, con un processore velocissimo, tanta memoria RAM e in ultima analisi un hard disk bello capiente per conservare TUTTE le immagini prodotto.
Ecco credo che al giorno d’oggi non possa esistere valutazione più ERRATA!

Oggi vorrei svelarti un “segreto” e darti alcuni suggerimenti sul prossimo regalo da farti e da fare al tuo computer.

Ormai, da alcuni anni, i processori sono così veloci e performanti che hanno perso il loro primato di importanza. Anche con un computer di 3/4 anni di anzianità le prestazioni del processore sono eccellenti. Evita di concentrare la tua scelta sul processore, dunque!

La memoria RAM è importantissima, meglio averne in grandi quantità. Diciamo che sarebbe opportuno averne almeno 8GB, meglio 16GB, fantastico 24GB, superbo 32 GB. Anche se ti sentì superbo però, mi dispiace deluderti, ma comunque tu decida di dotare la tua macchina non ne avrai mai abbastanza… è avrai investito una cifra immane, quasi inumana in RAM. Forse meglio accontentarsi di 8/16 GB.

La questione è che, visto che la RAM non sarà mai abbastanza, a un certo punto mentre elabori le tue centinaia di fotografie, il disco fisso verrà utilizzato al posto della RAM. Il problema è che l’hard disk ha una capacità di lettura/scrittura circa di 100 volte inferiore rispetto alla memoria RAM.

Facciamo un esempio pratico! Hai il tuo bel catalogo Lightroom contenente le 2.000 foto scattate nell’ultima occasione di shooting e ti trovi a realizzare le anteprime degli scatti dopo aver applicato alcuni veloci preset per dare un minimo di stile ai tuoi scatti e procedere con l’operazione di selezione e editing. Il tuo Lightroom si preoccuperà di fare queste operazioni in background, mentre tu fai altro, ma impegnerà in modo pesante il disco fisso. La responsività del software sarà notevolmente ridotta e tutto ti sembrerà funzionare al rallentatore. Eppure hai tanta RAM e un processore velocissimo.

Ecco il punto nodale è proprio questo!

Nell’elaborazione delle immagini il maggiore collo di bottiglia è proprio quello della lettura e scrittura che impegna il disco fisso.

Ecco che i parametri per scegliere un computer, almeno negli ultimi due anni, sono profondamente variati: CPU e RAM passano un po’ in secondo piano e ciò a cui guardare con maggiore attenzione è il disco fisso. Non è più importante scegliere il disco in base alla sua capienza, ma in base alla sua velocità. Se poi non sarà sufficientemente capiente per conservare tutte le tue immagini… TANTO MEGLIO! Questo ti obbligherà a usare hard disk esterni e OVVIAMENTE a fare tanti BACKUP.

Un disco fisso mediamente legge e scrive dati circa al ritmo di 40MB/s (a rischio di fare una stima ottimistica). Diciamo che i tuoi RAW sono da circa 15MB (se hai una D800 o un dorso digitale saranno un po’ più “grandicelli”!) e che le preview che Lightroom andrà a generare occupano circa altri 5MB ciascuna (semplifico con i numeri per renderti il calcolo più agevole da seguire). Per produrre le anteprime del tuo catalogo da 2.000 immagini, solo per parte di lettura/scrittura del disco fisso, occorreranno quindi almeno 16/17 minuti (2.000 immagini x 20MB di dati ciascuna / 40MB/s = 16,667 minuti). Questa procedura poi necessita di molta RAM che finirà ben presto e il computer andrà a cercare ulteriormente risorse sul disco fisso. Se hai un computer molto “carrozzato” questo inciderà almeno altre 10 minuti di lettura/scrittura disco portando il tempo di elaborazione a circa 25/30 minuti.

Per produrre le anteprime di circa 2.000 immagini sprecherai circa 30 minuti di tempo solo perché il tuo disco fisso è lento! Sì, perché questo tempo è dovuto UNICAMENTE al tempo richiesto per la lettura e scrittura dei dati. Probabilmente ne occorre anche per l’elaborazione, ma è decisamente marginale rispetto al tempo di lettura e scrittura da disco.

Ma non si può evitare tutto? Ovviamente sì!

Dovrai cambiare interamente il tuo computer? Fortunatamente NO!!!

Semplicemente sostituendo il tuo disco fisso tradizionale con un disco SSD (praticamente una gigantesca memory card!) potrai aumentare le prestazioni reali di un computer anche datato dalla 10 alle 15 volte!

Per tornare all’esempio di prima, con un SSD al posto del disco fisso del computer, la generazione delle 2.000 anteprime in Lightroon invece di occupare circa 30 minuti di lavoro del disco ne richiederà solo 3. Esatto, hai letto bene! Solo tre minuti al posto di trenta! I dischi SSD leggono e scrivono i dati a velocità anche superiori ai 400MB/s!

Ti assicuro, sostituisci il disco fisso del tuo computer con un SSD e, non solo ne sarai entusiasta, ma vedrai letteralmente rinascere la tua produttività!

So bene che ti rimane solo una ulteriore domanda: «sì, ma quanto costa?»

Gli SSD costano molto di più dei normali hard disk a parità di spazio di archiviazione. Io, quasi tre anni fa, ho acquistato il mio primo MacBook Pro dotato di SSD (in genere montavo dischi fissi tradizionali) e la differenza di prezzo per avere un SSD da “soli” 256GB al posto di un disco fisso da 500GB è stata di circa… 1.000 Euro. Follia? Può darsi, ma io credo siano stati gli Euro meglio spesi degli ultimi anni: la mia produttività ha fatto un balzo in avanti mostruoso, perché il mio Mac fa tutto in un “flash” (lo sai che son fissato con i flash! 🙂 )

A tre anni di distanza le cose sono cambiate, i prezzi sono calati drasticamente e le velocità sono ancora aumentate. Oggi con circa 300 Euro di investimento puoi dotare il tuo computer (sia esso una finestra di legno o un ottimo frutto… Lo sai son “talebano”!) fisso o portatile di un disco SSD da ben 500GB!!!

Se hai voglia di regalarmelo per il mio compleanno… nel mio MacBook Pro vorrei installare questo Samsung 840 EVO da 500GB. Mi darà più spazio di archiviazione (ormai i 256GB originali mi vanno MOLTO stretti!) e anche maggiore velocità operativa (il mio SSD è di tre anni più vecchio e la tecnologia è avanzata molto in questo campo! 🙂 ). Il Samsung 840 EVO è, al momento, credo il miglior compromesso prezzo/prestazioni: prezzo abbordabile e prestazioni eccezionali.

Se proprio non vuoi farmi un regalo di compleanno ti consiglio di valutarlo per fare un regalo al tuo computer e alla tua produttività!

Se poi sei meno esigente di me e ti accontenti anche di prestazioni inferiori (comunque circa 9/10 volte maggiori di un hard disk tradizionale) ti consiglio di rivolgere la tua attenzione verso un altro prodotto Samsung. Si tratta dell’originale Samsung 840 (di cui l’EVO è appunto l’EVOluzione!): ottime prestazioni e prezzo decisamente competitivo!
Se poi non vuoi scendere a compromessi c’è sempre la versione PRO (PRO come PROfessionale! 😉 ): prestazioni eccezionali e maggiore sicurezza dei dati (supporta meglio l’usura) al costo di qualche Euro in più!
Ti lasciò come sempre i riferimenti al catalogo Amazon.it (fai click sul nome del prodotto per aprire la relativa scheda) come punto di partenza per le tue valutazioni di acquisto.

SSD Samsung 840 500GB

SSD Samsung 840 EVO 500GB

SSD Samsung 840 PRO 512GB

capienza: 500GBvelocità di lettura: 540MB/svelocità di scrittura: 330MB/scapienza: 500GBvelocità di lettura: 540MB/svelocità di scrittura: 520MB/scapienza: 512GBvelocità di lettura: 540MB/svelocità di scrittura: 520MB/s
Economico ma efficaceLa mia scelta per il miglior rapporto prezzo/prestazioni!Professionale senza compromessi

Cosa ne dici? Non ne vale la pena?

Circa 300 Euro (ancora meno se ti accontenti di capienza minori!) in cambio di un computer 10 volte più veloce?

Ora torno al mio editing “selvaggio”… ma molto veloce! 🙂

Ciao, buone foto e buon SSD…

Simone Conti

P.S.: Per dare ancora maggiore velocità alle tue operazioni di editing ricorda che una soluzione è anche quella di ottimizzare il tuo workflow! Nel nostro videocorso “Tecniche Avanzate per un Workflow Veloce ed Efficace” trovi validi strumenti adatti allo scopo!