News ed Eventi
“Ciao, mi chiamo Marco e anche io scattavo in jpeg… ma prometto che non lo faccio più!”

TUTTI AL LAVORO DURANTE “I SEGRETI DEL RAW”

18/02/2013
Simone Poletti

“Ciao, mi chiamo Marco e anche io scattavo in jpeg… ma prometto che non lo faccio più!”

È iniziato così il nostro workshop sulla gestione e lo sviluppo del Raw… con una presentazione davvero divertente di tutti i partecipanti, un po’ da “gruppo di recupero di jpeg-dipendenti” in cerca di una seria e definitiva conversione al Raw 🙂

Come probabilmente saprai, “I SEGRETI DEL RAW” è solo l’ultimo di una serie di workshop di post-produzione e fotografia organizzati da FotografiaProfessionale.it. L’ultimo in ordine di tempo, ma il primo di un programma che ci porterà, nel 2013, a lavorare sulla postproduzione in modo logico e organico, partendo dal Raw (con il workshop di Sabato scorso, 16 febbraio) per poi dedicare un workshop live di 2 giorni a Photoshop BASE  a maggio (presto le date) e un’altro workshop a Photoshop Avanzato in settembre.

Prendiamo appunti…

Bene, devo dire che non solo è stata una giornata davvero produttiva e ricca di soddisfazioni… ma mi sono anche divertito tantissimo! Infatti devo essere io a ringraziare tutti partecipanti a questo workshop per l’atmosfera davvero piacevole ed informale che si è respirata in sala.

Abbiamo svolto un programma intenso, con poche pause e molti contenuti e devo ammettere che ero un po’ preoccupato, prima di questo workshop. Non tanto per il programma, ma più che altro per quello che avrebbe potuto essere il livello di soddisfazione dei partecipanti… Perchè? Perchè Lightroom e Camera Raw sono due software tecnici e utilissimi, e lo sviluppo del Raw, se fatto bene, può essere un passo avanti epocale nel lavoro di post di un fotografo. E allora perchè questa preoccupazione? Beh, perchè i software utilizzati, e lo sviluppo del raw in generale, sono molto meno “spettacolari” di Photoshop… nessun colpo di scena o tecnica di particolare effetto scenico. In Photoshop, lo ammetto “strappare l’applauso” è più semplice… 🙂

Inoltre, cosa da non sottovalutare, avevo davati circa 40 persone (che per un workshop tecnico sono davvero tante), ognuna con le sue esigenze, il suo livello di conoscenza dell’argomento, le sue aspettative… e non è semplice gestire la didattica con un gruppo così esteso ed eterogeneo!

Ma ero, e sono, estremamente tranquillo sul programma del workshop e sulla reale utilità dei contenuti che avrei trasmesso, ma mi aspettava comunque una giornata impegnativa 🙂

Infatti… infatti i feedback sono, ancora una volta, positivi e convinti. E questo, insieme alla bellissima atmosfera e alla sensazione di avere fatto tutti (trainer e allievi) un ottimo lavoro, mi rende veramente felice ed orgoglioso.

Questo workshop è l’ideale compendio del video-corso di Lightroom 4 che abbiamo lanciato qualche mese fa, ed è stata una esperienza didattica molto importante. Ma mi ha dato anche l’eccezionale opportunità di confrontarmi con le esigenze l’approccio di fotografi professionisti e appassionati di tutta Italia (e oltre), da Napoli a Treviso, dal Canton Ticino a Potenza.

Queste giornate di lavoro insieme a voi per me sono davvero una risorsa fantastica, intanto perchè posso “tastare il polso” al mondo della fotografia, capire cosa serve ai fotografi e cosa si aspettano da me e poi perchè mi permettono di tramettere a fotografi di diversi livelli, stili ed esperienza, una serie di tecniche e un approccio al lavoro che, credo, sarà loro utile per tutta la loro vita professionale e fotografica.

Oggi FotografiaProfessionale è una realtà riconosciuta ed apprezzata nel mondo della formazione per la fotografia e la postproduzione. E questo anche grazie a tutti coloro che hanno partecipato ai nostri workshop e a tutti quelli che ogni giorno ci scrivono, dando suggerimenti, chiedendo consigli, facendo critiche costruttive.

Non mi rimane quindi che salutare e ringraziare tutti i partecipanti a I SEGRETI DEL RAW e dare appuntamento a tutti ai prossimi workshop di FotografiaProfessionale.it

Per ora ciao a tutti, e buon lavoro

 

Simone Poletti