Tecnica Post-Produzione

LIGHTROOM E LO SVILUPPO DIGITALE

27/09/2010
Simone Poletti

Lightroom e lo sviluppo digitale

Fino a qualche anno fa, per un fotografo (professionista o appassionato che fosse), la conoscenza e l’uso dei software per lo sviluppo digitale e la post-produzione era un optional, un plus da proporre ai clienti per ottenere immagini più curate e un servizio più completo. Oggi non è più così, quello che ieri era un plus, un accessorio, oggi è un prerequisito fondamentale per chi voglia affrontare in modo professionale il settore.

Se la post-produzione vera e propria è affidata a professionisti del ritocco (aggiungo: giustamente), lo sviluppo del raw, la prima correzione dell’esposizione e delle cromie sul negativo digitale, è ormai un fattore imprescindibile per ogni fotografo. Il fotografo deve essere in grado non solo di scattare foto eccellenti e originali, ma deve essere in grado di archiviare con rapidità ed efficenza le proprie immagini, e deve essere completamente autonomo nello sviluppo dei propri file.

I clienti oggi si aspettano immagini belle, corrette e ritoccate, in tempi sempre più stretti.

Fornire questo tipo di servizio è possibile, grazie a software (come Lightroom o Aperture) che permettono la gestione e lo sviluppo del negativo digitale in tempi strettissimi, volendo anche sul campo, al termine del servizio fotografico.

Perchè non se ne può fare a meno? Perchè gli altri fotografi lo fanno, perchè gli standard sono cambiati, perchè il digitale ha alzato l’asticella, ora una foto bella, corretta e tagliata perfettamente non basta più, alla qualità del fotografo va aggiunta la qualità dello sviluppo e della post-produzione.

C’è chi, fra i fotografi professionisti, si affida a un “Digital Assistant” che si occupa della definizione dei profili e dello sviluppo digitale delle immagini, ma questo è possibile solo per chi abbia budget importanti a disposizione, e assistenti competenti nel ruolo.

La soluzione più pratica ed economica, è tornare a scuola! Imparare ad utilizzare Lightroom o Aperture è abbastanza semplice, abbastanza veloce, e risolve problemi di operatività quotidiana piuttosto importanti. Questo vale sia per i professionsiti che per gli appassionati, e anche per chi può permettersi un assistente digitale… perchè avere il controllo della situazione, e sapere cosa succede qualdo si iniziano a spostare cursori, impostare valori e registrare profili, è fondamentale per garantirsi un risultato di qualità.

Mi piace portare alla luce i problemi, segnalare le tematiche più importanti del settore, ma mi piace ancora di più fornire soluzioni, rapide ed efficaci. Quindi aspettatevi delle novità, a breve 🙂

Ciao a tutti e buon lavoro

Simone